21 Giugno 2024
COLDIRETTI FERRARA, INCONTRO CON PREFETTO MARCHESIELLO PER MOBILITAZIONE SU FAUNA SELVATICA

Il presidente Fugaroli ed il direttore Visotti hanno spiegato al rappresentante territoriale del Governo le ragioni della mobilitazione lanciata a livello nazionale contro i cinghiali e per una gestione diversa dell’emergenza faunistica e dei danni provocati dagli animali.

Giovedì 20 giugno, una delegazione di Coldiretti Ferrara, composta dal Presidente Federico Fugaroli e dal Direttore Alessandro Visotti, è stata ricevuta dal Prefetto di Ferrara, Massimo Marchesiello. Incontro finalizzato ad illustrare al rappresentante del Governo per il territorio ferrarese le motivazioni a sostegno della mobilitazione nazionale di Coldiretti volta a contrastare l’emergente problema della presenza massiccia dei cinghiali nel territorio italiano e regionale e che si stanno affacciando anche nella nostra provincia.

Durante l'incontro, i rappresentanti di Coldiretti hanno sottolineato come la presenza incontrollata della fauna selvatica, in particolare dei cinghiali, rappresenti una questione di primaria importanza e urgenza, non solo per le aziende agricole, ma per l’intera comunità. La diffusione di questi animali selvatici ha causato danni considerevoli alle colture agricole, ammontando a una perdita economica stimata di 200 milioni di euro all'anno su scala nazionale. Inoltre, è stato evidenziato come la popolazione di cinghiali abbia raggiunto cifre allarmanti, con oltre 2,3 milioni di esemplari in tutta Italia, creando ulteriori preoccupazioni riguardo alla diffusione della peste suina africana (PSA) e costi accessori per tutti gli allevamenti di suini per mettere in atto misure di prevenzione da possibili contatti.

Il Presidente Fugaroli ha sottolineato che “La proliferazione dei cinghiali è diventata una questione critica che richiede interventi immediati. I danni alle colture agricole sono ingenti, con campi devastati e raccolti distrutti. Ma oltre al danno economico, c’è un grave problema di sicurezza pubblica. Numerosi incidenti stradali, alcuni dei quali mortali, sono causati dai cinghiali che attraversano le strade urbane e rurali. Questo rappresenta una minaccia costante per tutta la comunità in tantissime aree italiane e dell’Emilia-Romagna e non possiamo sottrarci da azioni di solidarietà e supporto verso quei territori, anche nel senso di prevenire eventuali infestazioni nel ferrarese. La problematica va risolta con urgenza non solo per le aziende agricole ma anche per la sicurezza di tutta la collettività”.

“Crediamo fermamente - ha aggiunto il direttore Visotti - che l’adozione del Piano Straordinario per la gestione e il contenimento della fauna selvatica possa rappresentare l’unica risposta al grido di allarme che da troppo tempo è inascoltato e che si debbano superare le ultime remore per giungere ad un concreto risultato in termini di riduzione della popolazione di questi ungulati. Come sempre Coldiretti è pronta a collaborare anche dal punto di vista tecnico per arrivare nei tempi più rapidi possibili a raggiungere un risultato che è indispensabile: diminuire il numero di cinghiali che devastano il nostro territorio e le nostre attività e costruire i presupposti per una gestione finalizzata al riequilibrio faunistico più incisivo anche per le altre specie invasive, come la nutria, che gravano sulle imprese agricole e sull’ambiente”.

Nel ringraziare il Prefetto per l’attenzione mostrata verso questa tematica e per quanto verrà fatto a sostegno della mobilitazione, per arrivare a una soluzione che tuteli la sicurezza delle persone, il lavoro degli agricoltori, degli allevatori e dell’intera filiera, Fugaroli e Visotti hanno evidenziato che la mobilitazione continuerà finché non si otterranno le risposte necessarie dalle istituzioni.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Approfondisci

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi